44 chilometri di pura emozione paesaggistica

Download

Scarica la mappa (PDF)

In bici e piedi alla scoperta della Valle del Santerno: si parte tra i filari di peschi e albicocchi di Mordano per arrivare, tra guadi e paesaggi verdi, fino ai castagneti secolari di Castel del Rio.

Un’esperienza all’aria aperta fuori dal comune.

Un itinerario di alto valore ambientale e paesaggistico, che attraversa ambienti fluviali con boschi ripariali, opere idrauliche di interesse storico come i Canali dei Mulini, formazioni geologiche come la Vena del Gesso e zone agricole di pregio con coltivazioni a frutteto specializzato.

Il tracciato mette inoltre in connessione parchi fluviali e aree verdi di interesse ricreativo e sportivo come il Parco delle Acque Minerali di Imola, il parco fluviale di Borgo Tossignano e Fontanelice e il ponte degli Alidosi a Castel del Rio.

La Ciclovia del Santerno è facilmente raggiungibile dalla stazione dei treni di Imola.

Scarica la mappa (PDF)
Scarica il tracciato (GPX)
In generale, la Ciclovia del Santerno è un percorso alla portata di tutti i cicloturisti, adatto in parte anche a chi non abbia una particolare preparazione sportiva.

È consigliato l’utilizzo di una Mountain bike o Gravel bike: il percorso si sviluppa su fondo misto, tra asfalto e sterrato.

Le distanze tra un Comune e l’altro sono facilmente gestibili e offrono l’occasione di piacevoli pause circondati dal verde.

Sono previsti alcuni guadi sul Santerno: i passaggi sul fiume sono attrezzati con pilastri che permettono di attraversare il corso d’acqua “all’asciutto”. Sarà però necessario scendere dalla bici e condurla a mano.

In alcuni periodi dell’anno, il livello del fiume si alza ed i guadi potrebbero risultare inagibili.

Presto online, traccia GPX con le deviazioni da seguire per evitare i guadi.

Il percorso dalla Ciclovia del Santerno

In particolare, il profilo altimetrico della Ciclovia del Santerno presenta una pendenza lieve fino a Fontanelice (circa 1%, quasi un piano inclinato), nel tratto definito “family friendly”.

Da Fontanelice a Castel del Rio, salite e discese di alternano, con pendenze anche significative (possono raggiungere anche il 20% di pendenza): questo ultimo tratto della Ciclovia del Santerno assume infatti caratteristiche più impegnative dal punto di vista sportivo e si consiglia di avere un buon livello di preparazione e allenamento. Questo ultimo tratto, definito “professional”, sarà oggetto a lavori di manutenzione e riqualificazione: potrebbe perciò non essere accessibile in tutta la sua lunghezza. Il termine dei lavori è previsto entro fine giugno 2022.

I cicloturisti che scelgono di percorrere la Ciclovia con e-bike o bici a pedalata assistita potranno godersi tutti gli scorci panoramici che il tracciato offre, senza preoccupazione alcuna riguardo le salite più impegnative.

L'altimetria dalla Ciclabile del Santerno